#Scrittoritaliani
caricamento in corso!
Leggi tutto

Diritto d'autore: Domande e risposte

Pubblicato il 03/02/2016

Prima puntata

domande e risposte

 
Da questa settimana proviamo a rispondere a tutte le domande e i dubbi relativi al diritto d’autore e alla proprietà intellettuale. 
 
In quali paesi del mondo esiste la proprietà intellettuale?
 
La così detta proprietà intellettuale esiste in ogni paese del mondo (l'ultima nazione ad esserne priva fino ai primi anni del terzo millennio è stata l'Afganistan). 
 
Cos'è il diritto d'autore?
 
Il diritto di autore è il diritto dell’autore di disporre in maniera assoluta della propria opera e di ricevere il giusto compenso per l’utilizzo del lavoro svolto. La legge 22 aprile 1941, n. 633, protegge le opere dell'ingegno di carattere creativo che appartengono alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, all'architettura, al teatro ed alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione. In base a tale legge sono altresì protetti i programmi per elaboratore come opere letterarie ai sensi della Convenzione di Berna sulla protezione delle opere letterarie ed artistiche, ratificata e resa esecutiva con legge 20 giugno 1978, n. 399, nonché le banche di dati che per la scelta o la disposizione del materiale costituiscono una creazione intellettuale dell’autore.
 
Esistono altre leggi che tutelano il diritto d’autore?
 
Si. 
Il Codice Civile, Libro V – Del Lavoro, Titolo IX “Diritti sulle opere dell’ingegno e sulle invenzioni industriali”.
Regio Decreto 18 maggio 1942, n. 1369, “Regolamento di esecuzione della legge n. 633/41 per la protezione del diritto di autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
 
Cosa comprende il diritto d’autore?
I diritti di autore sono i diritti morali e diritti di utilizzazione economica.
 
a) i diritti morali (diritti al cui esercizio esclusivo non è possibile rinunciare):
diritto alla paternità dell'opera
diritto all'integrità dell'opera,
diritto al ritiro dell'opera dal commercio;
 
b) i diritti patrimoniali (diritti alienabili, rinunciabili e prescrittibili):
diritto di pubblicare l'opera;
diritto di utilizzare economicamente l'opera;
diritto di riprodurre l'opera;
diritto di trascrivere l'opera;
diritto di eseguire, rappresentare o recitare in pubblico l'opera;
diritto di comunicare al pubblico l'opera;
diritto di distribuire l'opera;
diritto di tradurre l'opera;
diritto di elaborare l'opera;
diritto di pubblicare le opere in raccolta;
diritto di modificare l'opera;
diritto di noleggiare l'opera;
diritto di dare in prestito l'opera;
diritto di autorizzare il noleggio dell'opera da parte di terzi;
diritto di autorizzare il prestito dell'opera da parte di terzi.
 
Vi sono poi i diritti connessi all'esercizio del diritto d'autore (diritti al cui esercizio esclusivo è possibile rinunciare): diritti del produttore di fonogrammi, diritti dei produttori di opere cinematografiche o audiovisive o sequenze di immagini in movimento, diritti relativi all'emissione radiofonica e televisiva, diritti degli artisti interpreti e degli artisti esecutori, diritti relativi ad opere pubblicate o comunicate al pubblico per la prima volta successivamente alla estinzione dei diritti patrimoniali d'autore, diritti relativi ad edizioni critiche e scientifiche di opere di pubblico dominio, diritti relativi a bozzetti di scene teatrali, diritti relativi alle fotografie, diritti relativi alla corrispondenza epistolare, diritti relativi al ritratto, diritti relativi ai progetti di lavori dell'ingegneria, altri diritti indicati dalla legge 22 aprile 1941, n. 633.
diritti diritti Diritti
arte arte Arte
cinema cinema Cinema
letteratura letteratura Letteratura
musica musica Musica
teatro teatro Teatro