#Scrittoritaliani
caricamento in corso!
Leggi tutto

TuttiFestival: giro d'Italia Letteraria. Più libri più liberi 2017 nella Nuvola

Pubblicato il 30/11/2017

Francesca Meale


libri

Dicembre è alle porte, e con esso l’appuntamento annuale con “Più libri più liberi”. Il calendario ricco di eventi avrà luogo dal 6 al 10 dicembre 2017 per la prima volta alla Nuvola di Fuksas. Due le macrocategorie di ospiti: autori ed espositori della scena culturale ed editoriale nostrana. 
Presenti coi loro stand nel Roma Convention Center saranno agenzie letterarie, case editrici e associazioni “satelliti” che ruotano attorno all’editoria (fra cui l’AIE e la scuola del fumetto ComicOut). Fra i nomi che riempiranno il palazzo congressi spiccano l’agenzia letteraria romana Herzog, che dal 2001 eroga corsi che lanciano gli allievi nella galassia professionale del libro e sfornando redattori, traduttori e addetti all’ufficio stampa. 
Fra gli editori che quest’anno hanno accolto la sfida di “Più libri più liberi” vi è quest’anno “Agra editrice”, che pubblica ogni anno testi di settore agricolo dimostrano come il nesso fra “cultura” e “coltura” sia necessario. Legata al mondo della maternità e dell’infanzia è invece “Matilda Editrice”, casa editrice che nasce dalle costole del portale “Mammeonline” e vende libri per bambini e manuali di puericultura. 
Spostandoci nel versante “associazioni” ospite d’onore sarà la FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori), che dal 2009, anno della sua fondazione, si batte per il diritto d’autore e altri diritti sindacali a favore degli scrittori. Accanto ad essa non mancherà l’AIE (Associazione Italiana Editori) che invece tutela l’“altra parte della barricata” rispetto agli scrittori, ossia le case editrici. 
Oltre alla già citata Herzog altre agenzie letterarie che non mancheranno all’appello sono Edizioni Haiku e IFIX. La prima, nata col nome di Web Press nel 2010, si è costruita una doppia identità di casa editrice e organizzatrice di eventi culturali (fra cui presentazioni, performance, readings..). IFIX è invece un brand orientato sulla grafica, il fumetto e tutto ciò che è visual. La mission della casa editrice è sposare parole e immagini, difatti ha pubblicato saggistica sull’arte, l’antologia a fumetti “B-comics – fucilate a strisce” e la rivista di illustrazioni e narrazioni “Watt – senza alternativa”. 
Ma in “Più libri, più liberi” quel “liberi” richiama sia il legame fra sapere e libertà sia la natura di “spazio libero” della fiera. Uno spazio libero riservato non solo agli editori coraggiosamente indipendenti, ma anche agli autori e al suo pubblico. Perché proprio fra autori e pubblico si crea quella sinergia fatta di cultura e dialogo. Di sapere in libero circolo.
Gli eventi di presentazione, molti dei quali avverranno in simultanea nelle numerose sale conferenze del Roma Convention Center, si terranno dalle 10:00 alle 18:30
La fascia mattutina sarà dominata dagli eventi per ragazzi, a cominciare da “Un mammut a Roma” alle 10:00. L’evento, un’incontro con gli illustratori belgi Stefan Boonen e Melvin, è un laboratorio di disegno destinato agli scolari elementari. La missione? Cercare il mammut in compagnia di Teo, personaggio dalla matita di Boonen e Melvin. 
A partire dalle 15:30 terranno banco i dibattiti sul mondo dell’editoria, tutti orchestrati dall’AIE. Il primo incontro verterà sulla piccola editoria italiana, di cui verranno paragonati gli incassi rispetto ai “concorrenti” degli altri paesi. Titolo dell’appuntamento: “Essere piccoli in un mondo sempre più grande”. Altre tematiche che verranno dibattute negli altri incontri: la cessione dei diritti di un libro nella sua trasposizione cinematografica, l’efficienza della distribuzione in libreria, le politiche culturali europee in materia editoriale. 
Ma il piatto forte del festival sono i grandi autori, che domineranno la scena dalle 15:30. Ora in cui avrà luogo l’evento “Il Paese che non c’è”, reportage della giornalista Simona Silvestri sui drammi sociali ed economici che affliggono un Paese dimenticato: la Bosnia Erzegovina. Altri temi che riscalderanno le presentazioni sono il progetto di democrazia di De Magistris (nel libro di Giacomo Russo Spena “Democrazia. Il progetto politico di De Magistris”), la pericolosa connessione fra Facebook e mafia (dal libro “Dall’omertà ai social. Come cambia la comunicazione della mafia”). Tuttavia non mancheranno le tematiche leggere, come l’evento-presentazione di “Due coglioni, Prontuario di etica del cazzeggio”, dove l’atmosfera sarà in bilico fra filosofia e goliardia.
Se siete incuriositi da “Più liberi, più liberi” siate liberi anche di consultare altri eventi a questo link: http://www.plpl.it/eventi/ 
diritti diritti Diritti
arte arte Arte
cinema cinema Cinema
letteratura letteratura Letteratura
musica musica Musica
teatro teatro Teatro